playing cards 1010607 1280

Casinò e scommesse: in crescita il gioco online

Quasi 5 milioni di nuovi account aperti e scommesse per diversi miliardi di euro. Gli italiani si confermano grandi amanti del gioco d’azzardo gioco legale. I dati sono stati diffusi dal Libroblu, il rapporto statistico annuale pubblicato dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. La diffusione richiesta di intrattenimento rappresentato dael gioco legale d’azzardo in Italia non conosce limiti d’età e di genere è sempre più diffusa: anche le donne stanno iniziando ad approcciare un universo che fino a pochi anni fa le vedeva ancora poco interessate. Parliamo, quindi, di cifre importanti, ma non del tutto inaspettate. Il boom del gioco legale d’azzardo online è cominciato un decennio fa e il trend appare in costante aumento, agevolato, rispetto al gioco “fisico” , anche dalle restrizioni imposte durante la recente emergenza pandemica.

Il gioco legale d’azzardo online continua la sua ascesa

Nonostante i picchi in termini di scommesse abbiano luogo soprattutto durante le grandi competizioni calcistiche internazionali, la mole dei giocatori che vuole divertirsi aumenta costantemente. Secondo le statistiche più recenti, gli utenti italiani non sono attratti soltanto dalle scommesse sportive, ma anche dai giochi interattivi offerti dai casinò online. Dal canto loro, le piattaforme specializzate in gioco legale d’azzardo mettono a disposizione degli utenti nuovi e fidelizzati un numero sempre più elevato di bonus e incentivi, fattori che contribuiscono ad incrementare il piacevole intrattenimento avvicinare dell’utenza. Sono proprio le offerte e le promozioni le responsabili principali del sorpasso del gioco d’azzardo a rendere il gioco legale online sempre più attrattivo rispetto a quello nei confronti di quello di agenzia fisico (case da gioco, lotterie, bingo, etc). Ma a giocare un ruolo decisivo nella crescita del gioco a distanza è anche la straordinaria varietà di titoli creati dalle principali software house del settore, che ogni anno propongono decine di nuovi passatempi. Infine, ad attirare i nuovi utenti sono anche i giochi live, tra cui la roulette, il poker e il blackjack con presenza di croupier in carne e ossa. Nonostante l’aumento degli account e della mole di scommesse, la crescita è apparsa meno intensa rispetto a quella registrata nel 2020 e nel 2021, anni funestati dalla pandemia da Covid-19. L’aumento, infatti, si è assestato intorno all’8,5% ed è dovuto soprattutto allo straordinario incremento dei Giochi numerici a totalizzatore nazionale (+94,5%), delle Lotterie (+20%) e del Betting Exchange (+19,6%).

Le tipologie di scommesse sportive preferite dagli italiani

All’interno del rapporto annuale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli è disponibile una sezione relativa alle preferenze per i vari tipi di gioco manifestate sui siti dotati di licenza ADM/AAMS. I giochi con una base sportiva sono in testa alla classifica di gradimento con il 24% degli utenti, seguiti dai cosiddetti Skill Games, ovvero da quei giochi che richiedono una determinata abilità (il 17,3% dei giocatori ama trascorrere il proprio tempo libero giocando a questi titoli). I giochi di carte e i cosiddetti giochi di fortuna a quota fissa appassionano il 13,6% degli iscritti, ma sono anche i giochi su cui gli italiani spendono di più. Basti pensare che nel solo 2023, le puntate hanno superato la soglia dei 2 miliardi di euro.

Le regioni in cui si gioca di più

Quali sono le regioni italiane in cui si gioca di più online? Analizzando la categoria dedicata ai nuovi conti gioco aperti per regione, in testa troviamo la Campania (con il 16,1% dei nuovi iscritti), seguita da Lombardia (13,3%), Sicilia (11%) e Lazio (10,7%). Non amano particolarmente il gioco d’azzardo online gli utenti della Val d’Aosta (soltanto lo 0,1% dei nuovi iscritti è valdostano), del Molise (0,5%) e delle province autonome di Trento e Bolzano (0,9%). Restando con lo sguardo fisso sulla cartina geografica, apprendiamo anche come la regione in cui si spenda di più per il gioco d’azzardo sia la Lombardia: dalle tasche dei suoi cittadini ogni anno provengono oltre 20 miliardi di euro. Un altro dato particolarmente interessante è quello relativo al numero di account aperti da ogni utente. Buona parte degli utenti con esperienza pluriennale nel gioco legale d’azzardo online è proprietaria di almeno 2 account. Alcuni arrivano a possederne fino a 10, a conferma di quanto sia diffusa l’abitudine di usare più di un conto per volta, allo scopo di beneficiare dei tanti bonus proposti dagli operatori.

Sicurezza online: controlli serrati ma poche sanzioni

L’argomento sicurezza è uno di quelli che stanno più a cuore agli utenti. Per evitare truffe e brutte sorprese è necessario che tutti scelgano siti e casinò online dotati di licenza ADM/AAMS, costantemente monitorati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Inoltre, è fondamentale segnalare all’Agenzia di vigilanza eventuali siti irregolari o truffaldini. Lo scorso anno, l’attività svolta dall’Agenzia ha causato l’inibizione di oltre 260 piattaforme web irregolari. I tentativi di frodi e truffe sono aumentati del 32,4% rispetto all’anno precedente. Tuttavia, le iscrizioni a questi siti sono calate del 4,9%, a conferma di una maggiore consapevolezza da parte dei milioni di appassionati di gioco d’azzardo online. Anche il settore relativo alle scommesse sportive ha sperimentato un calo sensibile in termini di tentativi di truffa rispetto all’anno precedente (-4,1%). L’Agenzia di vigilanza ha rilevato un numero inferiore di violazioni amministrative, nonostante un aumento degli avvisi di accertamento (+29,5%). In buona sostanza, quindi, l’Agenzia di vigilanza incaricata dall’ADM ha effettuato un maggior numero di controlli constatando meno violazioni. Infine, va sottolineato come buona parte delle piattaforme online sia riuscita a far fronte al fenomeno del gioco minorile: a migliorare la situazione sono state soprattutto le recenti direttive ministeriali, secondo le quali che hanno stabilito come ciascun operatore di gioco debba è obbligato a richiedere l’invio, da parte dei nuovi iscritti, di un documento d’identità valido ai fini dell’identificazione del titolare del rapporto di gioco e, quindi, della validazione finale della posizione aperta.